Come installare gli strumenti indispensabili al P.C.T.

Con la presente guida illustrerò tutti i passaggi per configurare correttamente il proprio PC ed avere tutto ciò che occorre per creare ed inviare una busta per un deposito telematico.

Oltre ad un kit per la firma digitale, una casella PEC ed internet, è indispensabile avere un computer con windows 7 o windows 8: per il momento tutto dovrebbe ancora funzionare anche con Windows XP, ma non so fino a quando, visto che ormai XP è un sistema operativo obsoleto.

Primo passaggio: Installazione della pennetta ARUBA con la firma digitale.

(Probabilmente questo primo passaggio è superfluo per la maggior parte dei lettori, in quanto praticamente tutti gli avvocati utilizzano già da tempo la pennetta con firma digitale. In tal caso, saltate direttamente al secondo passaggio).

Prima di tutto, colleghiamo la pennetta al computer. Nel mio caso si tratta di una pennetta “Aruba”, ma credo che la procedura sia più o meno identica anche con dispositivi di altre marche. Non ho mai avuto a che fare con lettori di smart card, dunque in quest’ultimo caso non posso esservi d’aiuto.

Windows installerà automaticamente i driver e dopo pochi secondi la pennetta sarà funzionante. Dobbiamo però installare i certificati ivi contenuti. Quindi clicchiamo su “Apri cartella per visualizzare i file”.

Ora facciamo doppio click sulla cartella “Utility” (Per i dispositivi LEXTEL, se non ricordo male la cartella da aprire una volta inserita la pennetta è “Install driver”) e, quindi, doppio click sul file “AKUtilityInstall”.

Appariranno un paio di schermate in cui dobbiamo dare l’”OK” e/o il “SÌ”, finchè inizierà l’installazione vera e propria.

Alla prima schermata clicchiamo su “Avanti”.

Mettiamo la spunta ad “Accetto le condizioni della licenza” e clicchiamo su “installa”. Al termine dell’installazione, clicchiamo su “Fine”.

Secondo passaggio: installazione di un programma per la gestione della PEC.

Breve premessa. Se finora avete utilizzato la vostra PEC andando sul sito del gestore ed inserendo da lì nome utente e password, rassegnatevi: è tempo di cambiare ed utilizzare un software apposito. Va benissimo OUTLOOK che trovate nel pacchetto OFFICE, ma io vi consiglio di installare il programma gratuito Mozilla Thunderbird e l’applicazione Thunderpec.

Iniziamo a scaricare Mozilla Thunderbird, andando su questo sito: https://www.mozilla.org/it/thunderbird/.

Quindi clicchiamo sull’icona verde THUNDERBIRD DOWNLOAD GRATUITO e salviamo il file di installazione.

Immagine1 Immagine2

 

Ora clicchiamo due volte sul file appena scaricato in modo da iniziare l’installazione. Diamo l’OK o il SÌ o l’ “esegui” alle eventuali finestre che vi appariranno, fino a che non  inizierà l’installazione vera e propria. Clicchiamo su “Avanti”

Immagine3

Nella “tipologia di installazione” lasciamo l’opzione “standard” e accertiamoci che vi sia la spunta a “Utilizza Thunderbird come applicazione di posta predefinita”.

Quindi clicchiamo su “Installa” e, una volta conclusa l’installazione, su “Fine”.

Thunderbird si avvierà automaticamente e non ci resta che configurarlo.

 Terzo passaggio: configurazione di Thunderbird.

Clicchiamo su “imposta come predefinito” nella prima schermata che appare.

Nella nuova schermata, cliccando su “saltare questo passaggio ed usare un indirizzo esistente”, possiamo configurare un indirizzo di posta elettronica “normale” (non pec). Lasciamo perdere e clicchiamo su “configurerò il mio account più tardi”, in modo da procedere con la configurazione della pec.

Ora dobbiamo installare un “componente aggiuntivo” di Thunderbird chiamato “Thunderpec”, che ci consentirà di gestire al meglio la nostra pec. Dunque, abbandoniamo per un momento Thunderbird e apriamo il seguente_sito: https://addons.mozilla.org/it/thunderbird/addon/thunderpec/

Clicchiamo, ovviamente, su “scarica ora” e salviamo il file sul nostro pc. Chiudiamo la pagina internet e torniamo su Thunderbird.

Individuiamo l’icona “impostazioni” in alto a destra con le tre linee orizzontali e clicchiamoci sopra. Quindi clicchiamo su “componenti aggiuntivi”.

Immagine9

 

Individuiamo l’icona con l’ingranaggio e clicchiamoci sopra. Quindi clicchiamo su “Installa componente aggiuntivo da file”

Immagine10

Quindi cerchiamo il file appena scaricato (normalmente è nella cartella “download”), selezioniamolo e clicchiamo su “apri”.

Immagine11

 

Clicchiamo “installa adesso” nella nuova finestra.

Immagine12

 

Per completare l’installazione, riavviamo Thunderbird e andiamo a configurare il nostro indirizzo PEC, cliccando sull’icona “impostazioni” in alto a destra (quella con le 3 linee orizzontali), quindi andiamo su “Thunderpec”, “account” e, infine, “aggiungi”.

Immagine14

Saremo guidati passo passo nella configurazione della nostra PEC: dobbiamo scegliere anzitutto il provider che, nel mio caso, è di nuovo ARUBA. Quindi il nome, l’indirizzo pec e la password.

Immagine15

Quindi clicchiamo su fine. Il programma provvederà a scaricare tutti i messaggi di PEC ricevuti.

La configurazione è terminata. Possiamo passare ad installare SLpct.

Quarto passaggio: installazione di SLpct.

Anzitutto, dobbiamo scaricare il file di installazione recandoci su http://www.slpct.it/8-download/91-installazione-windows-new

Nella pagina che si aprirà, clicchiamo su “qui” per salvare il file di installazione nel nostro computer (normalmente nella cartella “download”). Rechiamoci nella cartella dove abbiamo salvato il file e facciamo doppio click sul file appena scaricato (setupslpct) per avviare l’installazione. Clicchiamo su “Installa” per procedere.

Una volta terminato, sul desktop apparirà l’icona di SLpct: non ci resta che avviare il programma.

SLpct chiederà di scaricare, prima di tutto, i certificati degli Uffici Giudiziari. Chicchiamo su “Sì”

Immagine17

Poi ci dirà di installare qualcosa relativa a JAVA. Anche in questo caso dobbiamo acconsentire.

Immagine18

Se tutto è andato a buon fine, non resta che avviare di nuovo SLpct.

Clicchiamo su “File”, “Professionisti”, “Nuovo”, ed inseriamo i nostri dati, avendo cura di mettere il visto a “mittente di buste per via telematica”.

SLpct è un software davvero semplice da usare e più “leggero” di quelli in commercio, che vi permetterà di creare in pochi passaggi la busta telematica con l’atto da depositare. Una volta creata la busta, come vedrete, SLpct aprirà automaticamente Thunderbird per procedere all’invio tramite l’indirizzo PEC poc’anzi configurato.

4 pensieri su “Come installare gli strumenti indispensabili al P.C.T.”

  1. Sono un CTU e grazie a questa guida ho risolto i miei problemi per quanto riguarda gli invii telematici! INFINITE GRAZIE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *